News
Home > News > Da Cambridge un nuovo modo di prevedere la funzione renale nei pazienti oncologici.

Da Cambridge un nuovo modo di prevedere la funzione renale nei pazienti oncologici.

Potrebbe migliorare il dosaggio della chemioterapia per molti pazienti affetti da tumore.

Fotografia
Pur essendo la frazione di filtrazione glomerulare (GFR) essenziale per determinare la dose chemioterapica, ad esempio del Carboplatino, ad oggi non è del tutto chiaro quale sia il miglior metodo di per stimare il GFR nei pazienti malati di tumore.

"Ogni paziente oncologico ottiene una stima della misurazione della funzione renale con varie formule ormai di uso comune, questo valore influenza molte decisioni di trattamento, ma ad oggi non conosciamo il modo migliore per calcolarlo nei pazienti affetti da tumore" dice Tobias Janowitz del Cancer Research UK (CRUK) Cambridge Institute dell'Università di Cambridge "pertanto, considerando quanto questa misura sia importante nella pratica clinica quotidiana, abbiamo ritenuto che in questo specifico contesto fosse necessario fornire un modello basato sulle recenti evidenze scientifiche ".

Con queste intenzioni gli scienziati dell’Università di Cambridge hanno sviluppato e pubblicato sul Journal of Clinical Oncology (A new model for estimating glomerular filtration rate in patients with cancer.), utilizzando dati di oltre 2500 pazienti, un nuovo modello statistico che dovrebbe aiutare nefrologi ed oncologi nella gestione della chemioterapia in particolari pazienti a rischio.

Per testare l'uso di questo metodo di stima delGFR, i ricercatori si sono concentrati sulla precisione dello schema chemioterapico, in particolare sulla somministrazione di carboplatino, che viene utilizzato per il trattamento di diversi tumori solidi, quali il cancro ai polmoni, i tumori delle cellule germinali, il cancro ovarico ed il tumore al seno. Il nuovo modello ha ridotto la probabilità di dosaggio errato del carboplatino rispetto ai modelli correnti utilizzati nella pratica clinica, da oltre il 20% per i modelli attualmente pubblicati all'11,7% con il nuovo modello.

L'accuratezza nel dosaggio della chemioterapia è molto importante”, dice Edward Williams, tra gli autori del CRUK Cambridge Institute. “troppa può essere tossica e può anche essere pericolosa per la vita, ma sottodosata può essere inefficace contro il cancro. Il nostro modello dovrebbe aiutare i medici a calcolare con maggiore precisione le dosi della chemioterapia e ridurre così il rischio di tossicità o di insuccessi di trattamento”.

"Riteniamo che questo strumento, basato su una stretta metodologia, possa avere un impatto positivo sulla cura di un gran numero di pazienti affetti da tumori malligni", afferma l'autore senior Helena Earl del Dipartimento di Oncologia di Cambridge. "Ecco perché l'abbiamo reso gratuito e facilmente accessibile on line a tutti i medici interessati". (ACCESS ONLINE / FREE OF CHARGE

"Un limite del nostro lavoro è che il particolare campione analizzato nello studio non ha permesso per ora una accurata analisi dell’impatto della razza sul GFR stimato, anche se è ben noto che la razza potrebbe essere una significativa variabile ", spiega il dottor Janowitz. "Siamo inoltre interessati ad esplorare quanto il nuovo modello possa essere utile anche per pazienti non neoplastici".

Lo studio, finanziato dalla Cancer Research UK, il Wellcome Trust e dall'Istituto Nazionale di Ricerca e Salute di Cambridge, rappresenta un ottimo esempio di come scienziati di diverse specialità possano contribuire insieme a migliorare la condizione dei pazienti"

Il Professor Peter Johnson, capo clinico del Cancer Research Britannico, ha dichiarato: "I farmaci impiegati nella chemioterapia sono molto potenti, quindi la dose corretta fa una differenza enorme tra gli effetti benefici e quelli collaterali negativi ed inutili. Questo modo di misurare quanto i reni di un paziente stanno lavorando e quanto velocemente le molecole, come il Carboplatino vengano eliminate dall’emuntorio renale, contribuisce a rendere i nostri trattamenti più precisi e più adatti a ciascun individuo".
Visualizza il documento New Model for Estimating Glomerular Filtration…pdf Collegamnto esterno Janowitz & Williams e_GFR Formula
Stampa la pagina